Una festa memorabile

Una festa memorabile

Non ricordo bene dove,  ma da qualche parte ho letto che il cervello è l’unica parte del nostro corpo che non invecchia mai (speriamo…) comunque nonostante io vada fiera dei miei 61 anni, se qualcuno ne vuole una ventina in regalo, glieli cedo molto volentieri…ma, chissà come mai, gli anni e i chili di troppo non li vuole nessuno! 908262_10200321685018366_484941094_nQuando arriva il 15 marzo, la data del mio compleanno, vedere il diario che straripa di auguri arricchiti di video , fiori a volontà…e una stupenda torta a forma di camper, mi rende molto felice, anche perché a me è sempre piaciuto festeggiare il compleanno, possibilmente con tanti amici. Adesso, complice Facebook, sono diventati veramente moltissimi e non è facile trovare un locale, senza ricorrere al solito ristorante , che ne contenga un bel po’. Al ritrovo di San Valentino sono tornati due carissimi amici ,che non vedevo da tempo ma con cui sono sempre rimasta in contatto, Mirna e Lino di Faenza, amici camperturisti  conosciuti in occasione di una pizzata, una festa molto ben riuscita, in un locale posto sopra il suo capannone. Il luogo ideale per il mio compleanno, così quando me lo ha proposto, ho accettato subito. Ho avuto un mese di tempo per organizzare tutto: arrivi durante la giornata di sabato, cena offerta da me, visto che sono la festeggiata, e per la domenica pranzo insieme mettendo mano alle provviste di tutti.  Comincio ad invitare gli amici ,mi piacerebbe avere tutti con me ma purtroppo mi devo limitare a una trentina di persone, per il menù  cerco di pensare a cose semplici da trasportare due giorni prima visto che partiremo al venerdì, ma la cosa non mi preoccupa…siamo tra amici e lo scopo è stare insieme. Arriva il 15 marzo ed è venerdì , partiamo per Cesenatico con un’altra coppia di amici ,sostiamo nell’area di sosta vicino al portocanale gratuita, dotata di carico e scarico e superaffollata in ogni periodo dell’anno, alla sera festeggiamo noi quattro in un ristorante sul porto con un bel fritto di pesce. Al mattino lasciamo Cesenatico e ci avviamo verso Faenza, dove arriviamo verso le dodici e troviamo già Salvo e Valentina. Siamo in campagna ,parcheggiamo i camper  davanti al capannone ,qua dentro sono custoditi gli attrezzi per lavorare i campi e vi è anche una maxi slitta con tanto di Babbo Natale che viene usata per le feste paesane,un grande braciere e una scala in ferro che porta al salone di sopra molto carino, luminoso, un grande camino che ci riscalderà e un grande tavolo.

58043_10200321688818461_692695031_n

Alle 18 ci siamo tutti e l’ambiente si anima con tante chiacchiere, non è passato molto tempo dall’ultimo incontro,ma abbiamo tante cose da raccontarci. Comincio a preparare la cena con l’aiuto delle amiche, come antipasto ho preparato delle salsine da spalmare sul pane abbrustolito: patè di olive, crostini toscani con i fegatelli, salsa di fagioli e funghi  poi strudel salati e patatine …s

ino qua tutto bene ,ma come ogni festa che si rispetti qualcosa deve andare storta, mentre loro finiscono con gli antipasti a cui è seguito un assaggio di pasta e fagioli io mi alzo per preparare la polenta, convinta di aver comprato la Valsugana pronta in otto minuti da servire su dei vassoi con sopra un bel sugo saporito di salsiccia, e come ho imparato da mio marito che è di origine lombarda con il gorgonzola fuso. L’acqua bolle, apro la confezione …ma mi accorgo di aver sbagliato e di aver preso quella precotta …non ditemi che a 61 anni queste cose possono capitare  perché mi arrabbio! Risolviamo facendo piccole fette riscaldate velocemente nel forno e con sopra del ragù , è tutta un’altra cosa ,ma ormai è andata così … e chi se ne frega!..siamo insieme ,stiamo bene , non sarà una polenta a rovinare la festa! Si continua con la carne cotta da Lino con gli altri uomini  e arriviamo al dolce , sulla torta in bella vista 2 candeline: 6 e 1 provo a invertirle ma …tutti si mettono a ridere…

155742_10200321687338424_1564050855_n

Apro i regali molto carini  che tutti mi hanno portato…ebbene sarà che con gli anni si diventa più sensibili , sarà il vedere quella bella tavolata di persone che sono lì per la mia festa , ma anche per ritrovarsi, sarà che gli voglio bene…sarà …sarà che riescono a farmi commuovere! Verso mezzanotte tutti a nanna nei propri camper ,a parte quelli che sono venuti in auto. Al mattino risveglio tranquillo poi una passeggiata fra le chiacchiere e naturalmente ognuno vuole mostrare il proprio camper agli altri : per ognuno di noi anche il più datato dei camper è il più bello e ne siamo orgogliosi perché è il mezzo con cui viviamo tanti momenti felici. Ed eccoci immancabilmente ancora a tavola e qua come per incanto dai camper esce di tutto e di più, nessuno aveva appetito ma chissà perché spazzoliamo tutto .Verso le 16 ci salutiamo …qualche  foto…tanti saluti…manca poco al ritrovo di Pasqua a cui parteciperanno in molti. Ripeto mi piace festeggiare il compleanno, di feste come questa ne ho fatte tante ma credo di poter dire con assoluta sincerità che questa è stata la più bella .Mi piace ringraziare tutti gli amici che hanno partecipato e spero lasceranno un commento …a parte che non si parli di polenta!…mi spiace per quelli che non sono potuti venire per problemi  familiari o di distanza e mi spiace per tutti coloro che avrei voluto con me ma che per problemi di spazio non ho potuto invitare. E adesso invito tutti i partecipanti a lasciare qui sotto il loro commento…

 
Comments