Piccole Dolomiti Lucane

Piccole Dolomiti Lucane

23-24-25 settembre 2013

 

Non conosciamo la zona e su suggerimento di amici, raggiungiamo l’area sosta camper del Parco Naturale Gallipoli-Cognato in zona Palazzo (Accettura MT) dove c’è anche il centro informazioni.

Arriviamo in tarda serata partendo da Taranto e seguendo la Statale Basentana verso Potenza, ad attenderci Francesca, la responsabile del centro informazioni a cui avevamo telefonato precedentemente (tel. 329.6446446 ). Ci sistemiamo sull’area sosta camper con allaccio corrente, carico e scarico e zona WIFI , dopo aver raccolto tutte le possibili informazione sulla zona recuperate nel centro visite. Notte tranquillissima in solitudine e silenzio….


Visualizzazione ingrandita della mappa

P1480672 (Small)

Veniamo a conoscenza che a Pietrapertosa c’è un altro parcheggio per camper. Questa è la nostra meta del giorno, ci spostiamo per una decina di Km e percorrendo una strada con bei panorami

_MG_2839 (Small)

arriviamo alle prime case di Pietrapertosa. Non si deve aver paura della strettoia, ma si deve proseguire passando per tutto il paese fino alla Caserma dei Carabinieri e parcheggiare nell’area sosta in lieve pendenza e defilata sulla strada.

P1480536 (Small)

Pietrapertosa è un comune di 1100 abitanti in provincia di Potenza a 1088 m. SLM, si trova nel cuore delle Dolomiti Lucane ed è uno dei Borghi più belli d’Italia. Si chiama cosi perchè è un paese incastonato sulla roccia e ne sfrutta ogni più piccolo anfratto. Lasciato il camper iniziamo a scendere e salire per le stradine e gradinate del centro. I panorami che ci vengono offerti ci fanno spesso fermare per guardare e fotografare.

_MG_2844 (Small)

Arriviamo ad una gradinata scavata sulla roccia che ci porta alla sommità di un picco roccioso che sovrasta il castello dal quale il paesaggio assume una visione ampia e spettacolare verso Castelmezzano.

_MG_2905 (Small)

Il castello è fruibile grazie ad un intervento di restauro, ma noi lo troviamo chiuso e quindi possiamo solo vedere la scalinata e l’ingresso. Subito sotto all’ingresso del castello incontriamo una delle attrattive principali del parco: “IL VOLO DELL’ANGELO”. Una cavo d’acciaio sospeso tra le vette di due paesi, Pietrapertosa e Castelmezzano, permette di effettuare e vivere una emozione unica, legati in tutta sicurezza da una apposita imbracatura e agganciati al cavo d’acciaio è possibile provare per qualche minuto l’ebbrezza del volo e ammirare un panorama che è privilegio delle sole creature alate. Giunti nella stazione di arrivo del paese di fronte sarà possibile raggiungere la stazione di partenza dell’altra linea grazie ad una navetta per il volo di ritorno. In settembre questa attrattiva è disponibile solo al sabato e domenica.

_MG_2948 (Small)

Da qui scendiamo verso la Cappella di S.Cataldo posizionata in alto sulla roccia da dove il panorama è superbo.

_MG_2890 (Small)

Torniamo in paese e cerchiamo l’inizio del percorso “delle sette pietre”, il secondo modo per raggiungere Castelmezzano da Pietrapertosa. Il percorso “delle sette pietre” è un progetto che recupera un antico sentiero contadino di circa 2 Km. che collega i comuni e si sviluppa su quote variabile e questa è la sola difficoltà del percorso.

_MG_2970 (Small)

Da 900 m. di Pietrapertosa si scende fino a 660 nella valle e risale e 770 a Castelmezzano. Il percorso trae ispirazione dai racconti tramandati oralmente tra le generazioni. Lungo il sentiero la narrazione si traduce in forme visive ed evocative e diventa una storia incisa su pietra. Ogni tappa (7) prevede uno spazio allestito che accoglie l’opera artistica e un parola chiave che restituisce il senso del racconto: Destini, incanto, sortilegio, streghe, volo ballo e delirio. Purtroppo il sonoro della storia non funziona e così non ve la possiamo raccontare.

_MG_2995 (Small)

Arriviamo a Castelmezzano davanti al cimitero del paese. Proseguiamo verso il centro del paese che ha 850 abitanti e deve il suo nome ad una fortezza Normanna posizionata a metà tra i castelli di Pietrapertosa e di Brindisi di Montagna. Anch’esso è uno dei borghi più belli d’Italia e la sua posizione è splendida.

_MG_3050 (Small)

Nonostante sia settembre, fa molto caldo e anche se siamo affaticati percorriamo le piccole vie del centro e ci fermiamo nel piazzale davanti alla Chiesa madre di S.Maria dell’Olmo. Da qui si gode una bella vista del paese addossato alle Dolomiti Lucane e sul paese di Pietrapertosa.

_MG_3062 (Small)

Stanchi ma curiosi proseguiamo la nostra visita e saliamo verso la fortezza normanna di cui ancora qualche resto è visibile nella parte alta del paese, in particolare la scalinata sulla roccia utilizzata dalla vedetta per arrivare in cima alla montagna.

_MG_3129 (Small)

Percorriamo il sentiero sulla cresta della montagna restando incantati dal paesaggio tutto intorno, ma siamo nel tardo pomeriggio e dobbiamo tornare. Dopo una pausa al bar e una chiacchierata con la signora che lo gestisce, ci avviamo a piedi per il ritorno, la strada che un tempo collegava i due paesi è bloccata da una frana con divieto di transito per le auto e quindi nessuno ci può dare un passaggio. Ripercorriamo il sentiero delle sette pietre, la salita tra il fondovalle e Pietrapertosa, anche a causa del caldo, è stata faticosa ma ce l’abbiamo fatta e seppure stanchi siamo stati contenti dell’esperienza vissuta.

_MG_3175 (Small)

Abbiamo impiegato 2 ore e mezza dalla fortezza normanna di Castelmezzano al parcheggio camper di Pietrapertosa. Torniamo all’area sosta camper Palazzo di Accettura per essere pronti domani mattina per proseguire il nostro viaggio partendo dalla visita del centro visitatori. La giornata è stata splendida senza l’ombra di una nuvola.

_MG_3186 (Small)

Al mattino usciamo dall’area e visitiamo il centro visitatori. Molte le attività proposte soprattutto didattiche per i bambini e studenti. Qui si trova il centro di recupero degli animali selvatici e la foresteria del parco. Chiacchieriamo con signorina del Bar che ci da molte informazioni, in particolare sulle cose da non perdere. Qualcosa abbiamo visto e dell’altro lo dobbiamo vedere. Il parco delle Dolomiti Lucane è di 27.000 ettari e protegge un’ampia area posta al centro del territorio regionale con importanti valori naturalistici e storici. La sola foresta di Gallipoli Cognato è estesa per oltre 4200 ettari. Passiamo per il bosco di Montepiano , formato da imponenti piante di cerro e agrifogli utilizzati nelle famose feste dei “Maggi”, la festa tradizionale di tutti i comuni del parco.

_MG_3253 (Small)

La più antica festa dei Maggi si svolge ad Accettura, ha inizio il giovedì dell’Ascensione nel bosco di Montepiano con la scelta del cerro più bello e dritto che diventerà il “maggio”. Il sabato di pentecoste il “maggio” viene abbattuto, privato dei rami e scortecciato, Il giorno dopo viene trascinato in paese da numerose coppie di buoi e contemporaneamente nel bosco di Gallipoli viene prelevata la “cima” di un agrifoglio che viene trasportata in paese a spalla. Il trasporto del “maggio” e della “cima” rappresenta un momento di grande spettacolo che coinvolge tantissime persone e dura l’intera giornata tra canti balli e musica. Il lunedì è dedicato alla preparazione degli alberi per l’innesto dell’agrifoglio sul “maggio”. Il martedi la “cima” viene innestata sul “maggio” in simbolo di matrimonio degli alberi, simbolo di fertilità e buon raccolto, così i due alberi sono uniti e pronti ad essere innalzati sulla piazza di Accettura. L’operazione viene effettuata a mano con l’aiuto di funi carrucole e verricelli e tante persone. Una festa tradizionale da non perdere se si è in zona o non si è lontani. Il nostro viaggio nel Sud Italia continua e lasciamo le Dolomiti Lucane, che sebbene diverse dalle Dolomiti a cui siamo abituati ci hanno conquistato.

_MG_3246 (Small)

Francesca e Gastone:

Note:

Area sosta camper Parco Naturale Gallipoli-Cognato in zona Palazzo (Accettura MT) Si trova in località Palazzo nel Comune di Accettura, lungo la Strada Provinciale che la collega alla SS 407 Basentana presso centro visitatori Parco Gallipoli Cognato

8€ luce, carico scarico Wifi, defilato in leggera pendenza e illuminato

Indirizzo: Accettura (Matera) Località Palazzo s.n.c.
Regione: Basilicata Latitudine: 40.533811 Longitudine: 16.118196

Telefono: 329.6446446 Francesca
Sito web: centrovisitatori.altervista.org E-mail: infocentrovisitatori@gmail.com:

 

Parcheggio camper a Pietrapertosa strada Provinciale di Pietrapertosa in grado di accogliere sei veicoli. Il parcheggio è defilato, in leggera pendenza e con colonnina carico e scarico corrente non agevole. Arrivati al paese se il mezzo non è di grandi dimensioni (oltre 7 metri ) non si deve aver paura di imboccare la strettoia in discesa sul paese, ma si deve proseguire passando per tutto il centro seguendo le indicazioni della Caserma dei Carabinieri e parcheggiare poco oltre nell’area sosta in lieve pendenza e defilata sulla strada.

 

 
Comments