Autunno in Umbria

Autunno in Umbria

L’Umbria è una meravigliosa regione, accogliente per i camper con le molteplici aree di sosta comunali, molte gratuite, e gli innumerevoli camping ed agriturismo dove sostare in tutta comodità. E’ piacevole visitarla in tutte le stagioni, non solo per i bellissimi borghi medioevali e le opere d’arte di gran pregio, ma anche per i colori della campagna umbra che cambiano di continuo regalando al turista fantastici scenari, il più famoso tra tutti “la fioritura di Castelluccio di Norcia”.

Ma la stagione che preferisco è l’autunno, proprio perché lo scenario dei mille colori delle foglie autunnali è unico ed imperdibile. Approfittando di un paio di giorni di ferie, decidiamo di trascorrere qualche giorno in Umbria in camper.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Il nostro tour incomincia da Spoleto, con sosta al parcheggio 2 “Spoletosfera”, N 42.727881 E 12.732581 via dei cappuccini, a 500 m. dal centro; pagamento in moneta al parchimetro. Spoleto è una delle più antiche cittadine dell’Umbria, il centro si presenta ricco di testimonianze storiche come l’anfiteatro romano, chiese medioevali e palazzi rinascimentali, ma anche bei negozi, librerie e bar. Il monumento simbolo della cittadina è il Duomo con la splendida e ricca facciata e gli interni con pregevoli affreschi ed opere d’arte. Imponente e suggestivo è l’antico Ponte delle Torri dal quale si gode un magnifico panorama sulle valli sottostanti.

[nggallery id=237]

Dopo questa piacevole visita, rientriamo in camper per la cena ed un sonno ristoratore. La mattina, dopo una buona colazione, partiamo da Spoleto e percorriamo la ss 75 in direzione nord; lungo la strada c’è l’indicazione per “Le fonti del Clitunno” via Flaminia, 7 Campello del Clitunno, un bellissimo parco che abbiamo visitato più volte e che consiglio di non perdere, quindi proseguiamo sino a Trevi, con sosta all’AA comunale N 42.87727 E 12.74657 segnalata, gratuita. Il grazioso e piccolo borgo medioevale, immerso in una splendida campagna, ci accoglie con “Il Mercatino del contadino” vendita diretta dei prodotti del territorio, che si svolge in piazza Mazzini, ogni 4a domenica del mese. Imperdibile l’acquisto del famoso “Sedano nero di Trevi” e l’immancabile assaggio di bruschetta con l’olio locale offerto ai visitatori.

[nggallery id=240]

Riprendiamo la ss 75 direzione nord per raggiungere Spello, sosta AA comunale N 42.993717 – E 12.667300. a pagamento, C/o campo sportivo, sulla SS 75 direzione Assisi, a 700 metri dal centro . Splendida cittadina, Spello è l’antica Iulia Hispellum dei Romani. Il centro storico ha tutto il sapore antico dei borghi umbri, con vicoli stretti e stradine abbellite da piante e fiori tra edifici in pietra, antiche chiese ed imponenti palazzi; ma anche negozietti, norcinerie, bar e graziosi ristoranti. Ma la maggiore attrattiva di questa cittadina sono le opere del Pinturicchio, la cui massima espressione si può ammirare nella cappella Baglioni della chiesa di Santa Maria Maggiore con l’Annunciazione,la Natività e la Disputa al Tempio, oltre ad altri affreschi dell’autore e del Perugino presenti nella chiesa. Spello è tra i miei luoghi preferiti dell’Umbria; il suo fascino fuori dal tempo, i suggestivi panorami e gli scorci che si godono passeggiando per le sue vie sino al belvedere, l’emozione che si prova ammirando le opere del Pinturicchio la rendono, ai miei occhi, unica e meravigliosa.

[nggallery id=239]

Riprendiamo la ss 75 in direzione nord per visitare Foligno, sosta in ampio parcheggio adiacente al Palasport dove passiamo la notte. La mattina, di buon ora, incominciamo la visita dopo un caffè e cornetto al bar. Qui siamo in una grande cittadina, diversa dai piccoli borghi medioevali tipici dell’Umbria, piacevole il centro storico con il Duomo e gli imponenti edifici di Piazza della Repubblica; ma anche piccole chiese e piazzette tra le vie più moderne dello shopping. Dopo la breve visita del centro, riprendiamo la ss75 questa volta in direzione sud; usciamo a Terni ovest, direzione Cascata delle Marmore, e seguiamo le indicazioni per Stroncone, tra “I borghi più belli d’Italia” con sosta in parcheggio adiacente il Convento francescano , segnalato. Il piccolo ed incantevole borgo sorge arroccato su un colle immerso nella campagna umbra; le abitazioni in pietra si affacciano su suggestive piazzette e strette stradine tipiche dei borgo fortificato medioevale del quale si respira tutta l’atmosfera.

[nggallery id=242]

Veramente un tuffo nel passato! Ripartiamo per l’ultima tappa del nostro tour in Umbria, Amelia, sosta in via Rimenbranze, piazza Mercato N 42.55174 E 12.41894, CS e carico acqua, poco distante dal centro e dove passiamo la notte. La mattina consumiamo la colazione, con calma, seduti al tavolo del bel bar che si affaccia sulla piazza dove c’è l’ingresso del centro storico; il tempo è bello e questo è il nostro ultimo giorno di vacanza, quindi ce lo vogliamo godere tutto. La bella Porta Romana è l’ingresso al centro storico di Amelia con importanti testimonianze di epoca romana come le cisterne, visitabili in Piazza Matteotti, o le antichissime mura; ma anche chiese medioevali, palazzi rinascimentali sino al Duomo con il possente campanile. Anche qui la visita si snoda tra strade in salita, scorci suggestivi e stretti vicoli.

[nggallery id=238]

Ma purtroppo è venuto il momento di rientrare a casa, anche questa vacanza è finita, lasciandoci il ricordo dei meravigliosi luoghi che abbiamo visitato ma anche degli splendidi colori dell’autunno che ci hanno accompagnato in questo piacevole tour.

 
Comments