Apple watch: provato per voi

Apple watch: provato per voi

È appena arrivato e noi non potevamo certo perderci il suo ingresso in società…l’Apple Store del centro commerciale I Gigli di Campi Bisenzio (FI) è stato preso d’assalto e alle 17, ora del nostro arrivo, le scorte erano già finite.

 

 

Appuntamento per prenotare la prova e in pochi minuti ecco l’Apple Watch materializzarsi al polso, nella versione sport e nella doppia misura 38 mm e 42 mm.

È leggero e si indossa facilmente anche se bisogna prendere la mano al cinturino, che si allaccia in modo un po’ insolito, con la linguetta che passa sotto il bracciale. Al polso deve stare comodo ma non troppo largo, altrimenti non funzionano i sensori.

Perché se comprate un Apple Watch non lo fate certo per vedere l’ora…e nemmeno per sfoggiare l’ultima figata tecnologica (o almeno non solo).

Se lo comprate lo fate perché aggiungere l’ultimo membro della famiglia Apple alla vostra collezione, significa migliorare la qualità della vostra vita, riuscire a vedere immediatamente le notifiche di un’email, un messaggio, rispondere più velocemente ad una telefonata. Sicuramente avete già un Iphone e un Ipad e l’orologio è l’anello mancante nella catena dei vostri dispositivi, quello di cui non potrete fare a meno per essere sempre connessi.

 

Cosa fa

Email, messaggi, telefonate senza dover muovere un dito…grazie ovviamente all’efficientissima Siri e al microfono e altoparlante incorporati, insomma non avete più scuse, sarete sempre raggiungibili, anche in bagno, basta che il vostro Iphone connesso via blutooth sia ad almeno 15 mt circa da voi.

Salutisti e sportivi avrete di che divertirvi: è possibile monitorare la propria attività fisica giornaliera scegliendo tra varie discipline, le calorie bruciate, le ore di riposo, nella sezione allenamento scegliendo l’attività potrete darvi obiettivi in termini di tempi e distanze… ora non potete più barare, basta toccare il touch screen del vostro orologio per capire se siete runners o pantofolai.

E poi calendario, rubrica contatti, musica, mappe, passbook…e sicuramente non finisce qui, ci aspettano app sviluppate ad hoc da istallare, per rendere il nostro dispositivo sempre più personalizzato sui nostri gusti.

 

Quanto costa

la versione sport, quella più economica, ha la cassa in alluminio anodizzato argento o grigio scuro, il display in vetro e il cinturino in fluoroelastomero: 419 € per il 38 mm – 469 € per il 42 mm.

il classico ha la cassa in acciaio inossidabile e il display in vetro zaffiro molto resistente, cinturini in acciaio, fluoroelastomero o in pelle: 669 € per il 38 mm – 719 € per il 42 mm

Per i gold addicted la versione edition con cassa in oro 18 carati giallo o rosa, cinturini in pelle e accessori extra dedicati: 11.200 € per il 38 mm – 13.200 € per il 42 mm

 

L’imbarazzo della scelta

Dovendo tenere i piedi per terra e quindi lasciando perdere la versione edition, rimane da valutare se acciaio e vetro zaffiro siano un investimento migliore per proteggere un dispositivo comunque di per sé molto delicato, rispetto ad alluminio e vetro.

In quanto alle dimensioni, credo che il gusto sia molto soggettivo, non crediate che grandezza sia per forza sinonimo di bellezza, la versione piccola ad un polso femminile sta sicuramente meglio.

 

Dubitare humanum est

La domanda sorge spontanea. Farò un acquisto intelligente, che migliorerà in qualche modo la mia vita? O sono semplicemente un Apple addicted, che non può fare a meno dell’ultimo dispositivo della collezione?

Da Apple maniac quali siamo abbiamo sempre accolto con grande curiosità e relativo desiderio di possesso ogni novità sfornata dalla Mela, ma quel poco di sale in zucca, condito da una giusta dose di senso critico, ci ha sempre fatto evitare le prime edizioni, sempre soggette a revisioni e miglioramenti … e prediligere le versioni “S”, almeno per Iphone.

Stavolta siamo davvero indecisi: temporeggiare o lasciarsi travolgere dalla consumistica voglia del possesso?

Voi che fareste?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Comments