AAA: strutture camper & dog friendly cercasi

AAA: strutture camper & dog friendly cercasi

Quando 19 anni fa Massimo mi regalò per il mio compleanno Camilla uno splendido pastore belga tervueren biondo non avrei mai immaginato che questo ci avrebbe fatto diventare camperturisti, proprio noi due che non avevamo mai fatto campeggio, e ancora adesso che da quattro anni non c’è più, con il pensiero la ringrazio per il cambiamento che ha portato nella nostra vita.

Entrambi amanti dei pelosi di taglia grande, fare vita itinerante soprattutto al sud, dove il randagismo è veramente una piaga, in quanto manca una vera cultura sulla sterilizzazione e sull’abbandono degli animali, e ritrovarsi con un piccolo camper  e due cagnone grosse è stato facile solo con un po’ di spirito di adattamento (non so se più nostro o più loro ), ma anche molto gratificante.

Normalmente ci appoggiamo alle strutture : campeggi o AA e forse perché noi viaggiamo in bassa stagione o forse perché le abbiamo ben educate cercando di non arrecare fastidio alle altre persone e a coloro che con tutto il diritto, anche se per me è inconcepibile, non amano gli animali o ne hanno paura. Come in tutte le convivenze ci sono delle regole da rispettare, fondamentale  tenerli sempre al guinzaglio i cani nei campeggi, anche quelli di piccola taglia, primo perché seminano i loro bisogni, secondo perché quando si avvicinano a chi come noi li tiene legati fuori dal camper questi cominciano ad abbaiare e disturbano. Sempre per non disturbare quando le lasciamo sole le chiudiamo ( cercando di aerare l’interno il più possibile) e loro resistono tranquillamente sino a 5 ore senza sporcare non dimenticandoci mai di lasciargli due belle ciotole di acqua fresca. Ovvio che a qualcosa dobbiamo rinunciare, come poter star fuori intere giornate, ma in cambio ci danno tanto amore e quindi non ci pesa e visto che si fanno voler bene abbiamo tanti amici che si prestano o a tenerle con loro o a farle uscire per un giretto e per i loro bisogni. Fortunatamente  non abbiamo mai avuto esperienze negative, le uniche, se così si possono definire, si riducono a quando arrivi in un posto e vedi il cartello NO ANIMALI. Ma per noi non è un problema: meglio cercare un’altra struttura, anche se ho notato comunque che molti si stanno “convertendo” visto che hanno capito che camper e animali sono un binomio molto frequente.

A causa delle mie cagnone non ho mai trovato discussioni con i vicini di piazzola, cosa che invece mi è capitata per difendere dei randagi abbandonati nei campeggi . Questi non possono fare diversamente per sopravvivere, cerchiamo invece che i nostri ,che invece un padrone ce l’hanno, non si comportino cos. Mi ricordo in un campeggio i proprietari di due pitbull: il maschio era buonissimo, la femmina invece spesso riusciva a fuggire dal recinto e azzannava qualche cane di piccola taglia con le conseguenze che ben potete immaginare ; un giorno me ne stavo andando ai servizi per lavare i piatti quando ho sentito piangere un cane come fosse un bimbo, il primo impulso è stato quello di proseguire ma poi ho mollato le stoviglie e sono corsa  a vedere :il pitbull aveva praticamente in bocca un piccolo yorkshire  e le persone cercavano di staccarli ma inutilmente, prontamente ho trovato un secchio pieno d’acqua e glielo ho tirato e immediatamente ha mollato la presa .Il cagnolino non era ridotto bene ,non so quanti punti siano serviti per ricucirlo ma non aveva preso organi vitali e si è salvato, la proprietaria una signora tedesca dopo qualche giorno mi ha portato una bottiglia di champagne e piangendo in un italiano stentato mi ha detto: lei ha salvato il mio cane!

Io credo che tutti sappiate che in questi casi è inutile picchiare il cane che attacca, perché questi cani hanno lo l’istinto del combattimento, anzi si può rischiare di rimanere feriti, per farlo smettere servono solo l’acqua o il fuoco, anche per questo motivo noi non le lasciamo mai fuori quando non ci siamo, per paura che qualche randagio o qualche cane con un padrone poco attento, come nel caso che vi ho raccontato, possa attaccarle e se legate la loro difesa sarebbe comunque limitata.

Abbiamo sempre ricevuto molti apprezzamenti per le nostre cagnone addirittura ci è capitato di sentirci  dire, in un campeggio dove pagavano una piccola quota,che se tutti i padroni di animali si comportassero come noi non esisterebbero più divieti.

Mi piacerebbe confrontare le mie esperienze con le vostre, sia negative che positive e avere suggerimenti che possono sempre essere utili a tutti noi, ad esempio parlare di strutture dove vi siete trovati bene con i vostri amici e non li confinano in qualche angolo del campeggio, località con pinete dove poterli farli scorazzare liberi, spiagge dove li accettano, insomma tutto ciò che può essere utile a migliorare sempre più le nostre vacanze con i nostri amici pelosi .

 
Comments