Dall’Adriatico al Tirreno…un ritrovo itinerante

Dall’Adriatico al Tirreno…un ritrovo itinerante

Questo ritrovo con gli amici del mio gruppo Facebook CAMPER CAMPER e ancora CAMPER si è svolto nel periodo delle feste natalizie esattamente dal 26 dicembre 2011 al 6 gennaio 2012. Da circa un mese ci sentivamo su facebook per programmare le varie tappe, e decidere dove incontrare i vari amici che si sono aggiunti a loro discrezione durante il viaggio.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Loreto (Umbria)

Quale migliore località come punto di ritrovo di Loreto? Ci troviamo all’area attrezzata posta  sotto la porta d’entrata per il Santuario ove è riposta una delle nove Madonne Nere esistenti in Italia, ottimamente gestita dalla pro loco il costo è di € 15.00 tutto compreso .

Ceniamo nei nostri camper poi con alcuni amici del gruppo che ci sono venuti a salutare visitiamo Loreto,visto l’orario e la serata fredda il piccolo centro è deserto :bellissima la piazza del Santuario con il presepe dalle statuine a grandezza naturale e il magnifico abete proveniente dalla val di Fassa ,una leggera nebbiolina rende il tutto molto suggestivo

Matera (Basilicata)

[singlepic id=5187 w=320 h=240 float=left]Seconda tappa  Matera ,ho prenotato all’agriturismo Pantalone  per due notti al costo di € 10.oo +1 euro per ogni persona dell’equipaggio, le mie cagnone trovano ottima compagnia visto che qua sono ospitati molti cani e con mia grande delusione scopro che uno è stato abbandonato le sera precedente proprio da camperisti

Ceniamo all’agriturismo dove ci viene proposto un menù tipico per € 18.oo : assaggio di due primi ,secondo con contorno l’agriturismo mette poi a disposizione dei suoi ospiti il servizio navetta gratuito per visitare la città .Penso che descrivere i sassi di Matera sia impossibile ,è veramente uno scenario unico ed è inimmaginabile pensare che solo fino a 50 anni addietro in queste grotte vivevano ancora delle famiglie , comprendi veramente come l’ingegno umano riesca a trovare soluzioni per sopravvivere anche con i soli mezzi che la natura offre ,un pensiero mi sorge spontaneo : vivevano poi così male ?Siamo fortunati ,non sapevamo che nei sassi alla sera venisse allestito il presepe vivente (ingresso € 3.50) intanto che siamo in fila per entrare a visitarlo ,sono tante le persone giunte da tutt’Italia ad ammirarlo ,scambio due chiacchiere con una  signora ottantenne accompagnata dalla figlia ,mi raccontano che sono state una delle ultime famiglie ad abbandonare le case nei sassi.

E spontanea arriva la risposta a ciò che mi ero chiesta su questo genere di vita : conducevano una vita molto povera e difficile ,erano tutte famiglie contadine ma erano felici ,si aiutavano molto fra di loro senza egoismi e quando hanno dovuto lasciare le loro abitazioni per trasferirsi in comodi appartamenti con tutti gli agi della civiltà non è stato facile e ne hanno sofferto molto.

Ci salutiamo a malincuore ,nonostante l’anziana signora parli solo in dialetto, la capisco molto bene ed è molto piacevole intrattenersi con lei e la figlia ,facciamo anche qualche foto assieme e le prometto che le posterò sul profilo del nipote su facebook.Prosegue il giro ,credo che ogni presepe vivente sia bello e con proprie caratteristiche, ma questo organizzato alla perfezione e con tale contesto credo sia unico : centinaia di figuranti riproducono perfettamente il momento della Natività in un ‘atmosfera che emoziona tutti noi .Ultima nota a favore : non è addobbato con fatiscenti luminarie ma una scarna lampadina illumina ogni grotta.

Diamante (Calabria)

[singlepic id=5203 w=320 h=240 float=left]Lasciata Matera ci attende il Lido Tropical di Diamante. La struttura è molto frequentata in estate molto poco nel periodo invernale però il clima favorevole e il colore dell’acqua inviterebbero quasi a tuffarsi (sosta con corrente a 8 €) . Ci rilassiamo in attesa del veglione di capodanno che ci porterà in Campania e si aggiungeranno altri equipaggi : noi donne andiamo dal parrucchiere, per farci belle per la serata, ma non può mancare un giro con gli amici a visitare Diamante  con i suoi murales. Alla sera una bella pizza e passeggiata sul lungomare e infine prima di partire  riusciamo a fare anche una delle nostre solite tavolate vista mare cosa abbastanza impensabile per chi viene dal nord visto il periodo

Padula (Campania)

Il 2010 lo salutiamo a Padula ospiti dell’agriturismo Tre Santi dove regna un clima molto familiare , grazie alla simpatia di Francesco Arienzo con la sua famiglia. In questo paese si trova la Certosa più grande d’Europa e accompagnati dal gestore e dalla guida la visitiamo : è veramente bella.

[singlepic id=5194 w=320 h=240 float=left]A Padula e sempre con il nostro Francesco visitiamo la casa museo di Joe Petrosino dove il nipote  ci mostra tutte le cose a lui appartenute e le onorificenze giunte dall’America con tanta enfasi e affetto che usciamo con la sensazione  di aver conosciuto questo poliziotto che ha onorato l’Italia all’estero .
[singlepic id=5188 w=320 h=240 float=left]La serata di capodanno la trascorriamo in maniera veramente piacevole ,la cena è ottima la compagnia pure e verso mezzanotte ci trasferiamo in una saletta dove balliamo ,cantiamo e brindiamo al nuovo anno e ai chilometri che faremo con i nostri camper. All’Agriturismo Tre Santi abbiamo speso € 60.oo a persona e la quota comprendeva oltre ai 2 giorni di sosta la visita con guida alla Certosa ,la visita alla casa museo,  il cenone ,colazione e una cena buffet il tutto in un clima di cordiale amicizia.

Caserta (Campania)

[singlepic id=5198 w=320 h=240 float=left]Anno nuovo …vita nuova : Caserta vecchia che scopriamo con stupore grazie a  Caterina Fierro la giovane guida veramente innamorata del luogo in cui vive e ce lo presenta nei minimi dettagli ,lo visitiamo in un pomeriggio grigio e con una nebbiolina che crea un ‘atmosfera magica in questo vecchio paese perfettamente conservato anche nello stile .

Qua non esiste un’area attrezzata per camper e ci accontentiamo di un parcheggio custodito su prato per € 10.oo a notte, però il vicino bar mette a disposizione per chi ne avesse bisogno acqua e scarico.

Immancabile la visita alla Reggia di Caserta (12 euro  l’ingresso) bellissima !!!..ma la cosa che più mi è rimasta impressa è l’aver visitato i magnifici giardini in carrozza con gli amici questa cosa piaceva farla soprattutto a noi signore ma poi anche gli uomini ne sono rimasti soddisfatti  (il giro completo ci è costato 10 euro a persona). Per i parcheggi sotterranei abbiamo pagato 15 euro a camper.

Pompei (Campania)

Lasciamo Caserta e ci dirigiamo verso Pompei, accanto agli scavi troviamo il campeggio Zeus molto carino, con tante piante cariche di arance che però non riusciamo a raccogliere perché sono rimaste solo quelle più in alto , unico neo sono le piazzole abbastanza piccole e non è facile evitare i rami degli alberi che sporgono. La spesa qui è di 17.oo per la piazzola.Visitiamo i resti della grande città romana riportata alla luce che ti portano con la mente agli antichi fasti di questo popolo ed è incredibile quante assonanze nello stile di vita troviamo con la civiltà moderna .

Cassino (Campania)

[singlepic id=5201 w=320 h=240 float=left]Ultima sosta Cassino , dormiamo nel parcheggio per camper  la tariffa è di 8 euro per 24 ore ,di qua si gode un panorama unico al mattino visitiamo la bellissima Abbazia quasi interamente ricostruita dopo essere stata bombardata durante la seconda guerra mondiale .

Orvieto (Umbria)

E a questo punto il ritrovo dovrebbe essere terminato e dovrebbe essere arrivato il momento dei saluti ,ma per   il clima di grande amicizia che regna sempre nei ritrovi del mio gruppo e per festeggiare due nuovi amici Enrica e Ettore che festeggiano i 40 anni di matrimonio decidiamo di passare l’ultima sera all’Agriturismo Pomonte di Orvieto ,recente meta di un bellissimo nostro ritrovo dove abbiamo conosciuto tanti amici di Camper Camper e ancora Camper .

[singlepic id=4557 w=320 h=240 float=left]Qua la famiglia Cesari ci accoglie come vecchi amici perché qua poi si diventa un’unica compagnia e trascorriamo una bellissima serata accompagnata da buon cibo, buon vino e con un altrettanto buon prosecco brindiamo ai festeggiati e al prossimo ritrovo. Qui abbiamo usufruito della mezza pensione per camper che include sosta con corrente, carico e scarico, cena e prima colazione.

Anche questo viaggio è  stata una bella esperienza ,abbiamo visto tante cose della nostra bella Italia ma l’esperienza più bella rimane sempre quella della grande amicizia che si crea fra di noi, dalla voglia di stare insieme divertendosi accomunati da un’unica passione:la vita all’aria aperta con i nostri camper.

[nggallery id=198]

 
Comments