Basilea Tour: Baselworld

Chi ha detto che per viaggiare in camper bisogna comunque vestire sportivo? Provate ad andare in un posto come Baselworld in tuta e scarpe da ginnastica e darete più nell’occhio di uno squalo bianco in un acquario. Nel tempio del lusso bisogna mettersi in tiro. Certo è anche vero che non siamo tipi da abito scuro o tailleur, troppo formale per noi…insomma va bene l’eleganza, ma senza rinunciare al proprio stile personale.

La fermata del tram a due passi dal camper mi ha facilitato non poco, visto il tacco 10 con plateau, uno stivaletto a cui sono molto affezionata perché comodo nonostante l’altezza del tacco. La classica scarpa buona per stare in piedi, ma non per camminare. E i risultati di solito si vedono a fine giornata…quando assumi quell’andatura malferma perché la pianta del piede comincia a bruciare…e staccheresti un assegno per un paio di Crocs.

Ma tant’è, l’esposizione di orologi e gioielleria più importante al mondo vale un po’ di mal di piedi. Provare per credere. Il biglietto d’ingresso non ha propriamente un prezzo democratico (60 CHF)… ma i padiglioni sono comunque sovraffollati in un brulicare frenetico di pubblico, per lo più addetti ai lavori, a caccia di novità interessanti per la prossima stagione.

In realtà i marchi sono sempre i soliti e a resistere è più la tradizione che l’innovazione, ma il mondo dell’orologeria comincia ad aprire le porte anche  ad alcuni marchi un po’ sopra le righe, che non si collocano né tra i classici, né tra il fashion, come Welder, brand made in Italy che ha fatto la sua fortuna all’estero, laddove si è più propensi ad osare e sperimentare un nuovo concetto di design applicato all’orologeria. Noi abbiamo intervistato il creatore del marchio Italo Fontana, lucchese doc, che ha iniziato una decina di anni fa con l’orologio U-Boat, che in pochi anni è diventato l’oggetto del desiderio per personaggi come Sylvester Stallone, Tom Cruise, Giorgio Armani, David Beckam…

Welder è un marchio più giovane, e rispecchia in pieno il suo stile, fatto di nero e acciaio con tocchi di colore, ma anche di esplosioni fluo che danno energia. Il brand ha già migliaia di fan in tutto il mondo, che da quest’anno possono incontrarsi on line nel cafè virtuale Welder Cafè.

[nggallery id=73]

Leggi il prossimo articolo del Basilea Tour: a zonzo per Basilea
 
Comments